lunedý, 25 marzo '19.
Sei il visitatore n░ 2597488



Uffici Comunali

Centrale Unica di Committenza (C.U.C.)

Link Utili

Informativa privacy generale


Eventi Marzo 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
       
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
<< Mese Prec


Archivio


Galleria Fotografica

Tutte le immagini presenti nell'archivio fotografico del Comune di Caorso



In Evidenza


INFORMAZIONI > Ufficio Ambiente

Approfondimenti

Ufficio Ambiente
Responsabile del Servizio: Arch. Giorgio Tansini


Per ulteriori informazioni vai alla sezione Centrale Nucleare


oppure al Link dell'ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani)

www.anci.it




Nucleare - Comuni e Province insieme per riqualificazione dei siti nucleari -
Oggi presso la Sede dell'ANCI nazionale si sono incontrati i Sindaci dei Comuni di Caorso, Latina, Rotondella, Ispra, Sessa Aurunca e Saluggia – che con Roma, Bosco Marengo e Trino Vercellese costituiscono la Consulta ANCI Comuni Sede di Servitu' Nucleari – e insieme ai rappresentanti delle Province di Alessandria, Caserta, Matera, Piacenza, Roma, Varese e Vercelli, hanno attivato un tavolo permanente di confronto sulla riqualificazione dei territori oggetto di servitu' nucleari per una corretta applicazione dell'articolo 4 della legge 368 del 2003. La legge in questione prevede misure di compensazione territoriale, fino al definitivo smantellamento degli impianti, a favore dei siti che ospitano centrali nucleari e impianti del ciclo del combustibile nucleare.
I rappresentanti dei Comuni e delle Province hanno deciso all'unanimita' di:
1. promuovere un protocollo d'intesa utile alla migliore condivisione e destinazione delle rispettive risorse loro destinate dalla legge 368 del 2003, per meglio rispondere ai problemi dei cittadini e del territorio.
2. promuovere una forte azione nei confronti del Parlamento e del Governo per ripristinare l'originario ammontare delle risorse previste dalla legge; circa 113 milioni di euro mancano all'appello sul totale dei 184 previsti da una specifica voce tariffaria in bolletta elettrica (anche alla luce della recente segnalazione sull'anomalia di tale intervento dell'Autorita' per l'Energia Elettrica e il Gas).
3. sollecitare al Ministero dell'Ambiente il Decreto per l'erogazione del residuo delle somme per il 2007 (circa 8 milioni di euro) senza che siano posti vincoli per il relativo impiego.
ANCI ed Upi, nell'ambito del tavolo di lavoro comune, si faranno promotori delle istanze condivise di Comuni e Province e seguiranno l'attuazione programmi locali per un utilizzo mirato dei fondi sui territori.
Articolo tratto dal sito dell'ANCI del 09-12-2008
- sezione comunicati -

TornaTorna