lunedý, 21 gennaio '19.
Sei il visitatore n░ 2530942



Uffici Comunali

Centrale Unica di Committenza (C.U.C.)

Link Utili

Informativa privacy generale


Eventi Gennaio 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
     
<< Mese Prec


Archivio


Galleria Fotografica

Tutte le immagini presenti nell'archivio fotografico del Comune di Caorso



In Evidenza


CAORSO > Cappellina penitenziale

Cappellina penitenziale
Cappellina penitenziale


La cappellina penitenziale della Rocca Municipale di Caorso si trova al piano mezzanino del corpo di fabbrica lato Sud - Est della Rocca.
L'ex Assessore ai Lavori Pubblici Stefano Gandolfi, nel 1998, durante una verifica delle condizioni della struttura della sede municipale ha "scoperto" la saletta degli affreschi, allora in pessima condizione, dovuta al fatto che le due finestrelle erano senza infissi, favorendo l'ingresso di aria, umidità ed uccelli.
Gli affreschi che perimetrano le pareti, la volta, la tipologia della stanza, la porta per quei tempi "Blindata" hanno colpito il sig. Gandolfi, che si è interessato fin da allora a capire quale era la sua funzione e dai vari scritti agli atti presso l'archivio Comunale ha scoperto che la stanza era utilizzata come cappella penitenziale.
Nel 2005 l'Amministrazione ha richiesto alla Fondazione di Piacenza e Vigevano il finanziamento dell'intervento. A seguito dell'accoglimento favorevole della richiesta, il Comune ha iniziato il recupero della saletta.
Il restauro dei dipinti murali è stato eseguito dal "Laboratorio Terradombra" di Roberta Dallaturca con la collaborazione delle restauratrici Francesca Gasparini e Chiara Dalbon.
L'intervento, oltre ai dipinti, ha interessato il recupero dell'architettura originale delle finestre e l'antico pavimento in cotto.
I lavori sono stati eseguiti operando dalla stanza adibita ad ufficio del piano sovrastante.
Il recupero del patrimonio culturale è indispensabile per conservare la memoria e trasmettere importanti valori alle generazioni future. L'azione del restauro e del recupero dei dipinti e della cappellina, oltre a rappresentare una risorsa culturale, costituisce un'importante offerta turistica.

Documenti
TornaTorna